Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA
Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA

Acqua potabile

L'acqua è un elemento insostituibile di cui abbiamo bisogno quotidianamente in quantità e qualità adeguata. Tutti consumiamo acqua, essa è il fondamento della vita, infatti il corpo umano è formato per il 60% di acqua e non ha delle riserve alle quali possa attingere, per questo è di primaria importanza consumarne in abbondanza e con regolarità. Ma l'acqua assolve anche la funzione di pulire ed igienizzare, contribuendo così a prevenire le malattie ed assicurare un miglior livello di qualità della vita. A condizione però che l'acqua sia salubre dal momento che, in caso contrario, essa costituisce un formidabile vettore di diffusione delle malattie.
Proprietà chimico-fisiche

La molecola dell'acqua presenta un caratteristico insieme di proprietà fisiche e chimiche che rendono possibili i fenomeni biochimici e con essi la vita di tutti gli organismi animali e vegetali. L'acqua pura è un liquido inodore e insapore, che presenta una debole colorazione blu osservabile solo nelle acque profonde.

 

L'acqua è l'unica sostanza che si trova in natura, a temperatura ambiente, nei tre stati di aggregazione: solido, liquido e gassoso. Allo stato solido è presente sotto forma di ghiaccio, nella neve, nella grandine, nella brina e nelle nubi; allo stato liquido si trova sotto forma di pioggia e rugiada, ma soprattutto ricopre i tre quarti della superficie terrestre costituendo oceani, mari, laghi e fiumi; allo stato gassoso, infine, è presente come nebbia e vapore ed è il principale costituente delle nuvole.

 

Partendo dalla temperatura di 0ºC, la densità dell'acqua aumenta con l'aumentare della temperatura e raggiunge un massimo a una temperatura prossima ai 4ºC per poi nuovamente diminuire. Alla pressione ambiente e alla temperatura di 0ºC l'acqua solidifica cedendo il suo calore latente di solidificazione; con l'aumentare della pressione il punto di congelamento dell'acqua si abbassa. Questa influenza della pressione è dovuta al fatto che l'acqua, come pochissime altre sostanze, congelando aumenta notevolmente di volume.

 

Il fatto che il ghiaccio sia più leggero e quindi galleggi sull'acqua ha grande importanza, dal punto di vista geologico e geografico, nel determinare le condizioni climatiche sulla superficie terrestre; importante da questo punto di vista è anche la grande tendenza delle molecole del vapore acqueo atmosferico ad assorbire le radiazioni infrarosse. Il vapore acqueo è invece assai trasparente alle radiazioni ultraviolette, che esso lascia giungere in larga misura dal sole alla superficie terrestre.

 

Dal punto di vista chimico, l'acqua è un composto molto stabile che solo a temperature superiori ai 1500ºC comincia a decomporsi sensibilmente in idrogeno e ossigeno; la dissociazione diviene praticamente completa solo a temperature molto più elevate, oltre i 3000ºC.

Il ciclo naturale dell'acqua

L'acqua è la sostanza più diffusa sulla terra. Il suo volume totale si aggira sui 1450 milioni di km3, dei quali 500 mila - 1 milione spettano alle acque dolci superficiali e sotterranee, 25 milioni al vapore acqueo atmosferico, il resto agli oceani ed ai mari.

 

Le riserve idriche presenti sulla Terra si mantengono costanti attraverso una serie di fenomeni fisici e biochimici che nel loro insieme costituiscono un ciclo naturale di fondamentale importanza. Lo scambio continuo di acqua fra terra e atmosfera viene chiamato ciclo idrologico.

 

L'acqua della terra è sottoposta ad un continuo movimento: per effetto della radiazione solare, essa evapora dal mare e dalle acque continentali e si raccoglie nell'atmosfera, da qui condensandosi ricade sulla terra sotto forma di pioggia, neve, grandine.

 

Il vapore d'acqua diffuso nell'atmosfera dalle correnti d'aria, tende a condensarsi per effetto di un abbassamento di temperatura in minute goccioline o in cristalli di ghiaccio che si formano intorno a minuscole particelle (nuclei di condensazione) sempre presenti nell'atmosfera. Quando le gocce d'acqua o i cristalli di ghiaccio raggiungono un peso tale che le correnti ascendenti non riescono più a sostenere, si ha il fenomeno della precipitazione meteorica che chiude la parte del ciclo dell'acqua che si svolge nell'atmosfera.

 

Una certa quantità scorre in superficie (in parte evaporando durante il percorso), fino a raggiungere il mare o i corsi d'acqua continentali; una parte viene assorbita dai vegetali che la restituiscono all'atmosfera mediante la traspirazione; una parte viene utilizzata dal mondo animale e rientra in ciclo attraverso i processi escretori e putrefattivi; una parte penetra nel sottosuolo. Le acque che penetrano nell'interno della crosta terrestre, attraverso porosità della rocce, fessure o voragini, si arrestano quando incontrano uno strato impermeabile di terreno; si comprende quindi come gli strati argillosi siano alla base della creazione e del mantenimento della così detta circolazione sotterranea.

 

Le acque minerali sono sostanzialmente acque sotterranee di origine meteorica che durante il tragitto sotto terra si depurano e si mineralizzano acquisendo quei peculiari caratteri chimici, fisici ed organolettici che ne determinano poi le proprietà terapeutiche.

 

Una certa quantità dell'acqua che circola nel sottosuolo risale per capillarità in superficie dove evapora, una parte rimane nei pori e nelle fessure delle rocce come acqua pellicolare o come acqua stagnante di fondo uscendo dal ciclo idrologico per un tempo indefinito, una parte forma le falde d'acqua che possono scaturire in superficie attraverso le sorgenti naturali o i pozzi scavati dall'uomo (anche l'acqua utilizzata nelle varie attività umane rientra nel ciclo dopo un tempo più o meno lungo) o va ad alimentare per via sotterranea il mare o i corsi d'acqua e i laghi.

 

Per quanto diverse e complicate siano le vicende dell'acqua che partecipa al ciclo idrologico, si può ritenere che il bilancio si chiuda in pareggio, nel senso che la quantità d'acqua che lo compie è complessivamente costante.

Composizione e classificazione delle acque

Può sembrare strano parlare di acque anziché di acqua, ma ciò è giustificato dal fatto che l'acqua pura è praticamente ignota alla natura. Poiché l'acqua ha un elevato potere solvente, raramente può essere trovata in natura allo stato puro. La pioggia e la neve, ad esempio, assorbono dall'atmosfera anidride carbonica e altri gas, nonché tracce di sostanze organiche e inorganiche. L'acqua discioglie le sostanze minerali presenti nelle rocce e nel suolo, arricchendosi di composti chimici quali solfati, cloruri e carbonati di sodio, potassio, calcio e magnesio.

 

Nell'acqua marina, oltre al cloruro di sodio, sono contenuti numerosi altri sali, che derivano dalla continua azione di dilavamento che le acque dei fiumi operano sugli strati superficiali del terreno.

 

Si possono distinguere acque naturali diverse che variano di qualità in funzione delle loro origini:

 

  • acque meteoriche: quelle presenti nell'atmosfera e che cadono sulla Terra sotto varie forme (pioggia, neve, grandine, ecc.);
  • acqua litosferiche: quelle che si trovano sulla Terra (acque superficiali) o all'interno di essa (acque telluriche).


La quantità e la natura delle sostanze in esse disciolte dipendono dai terreni con i quali vengono a contatto e si possono distinguere in:

 

  • acque acide, quando contengono acido carbonico, borico, solfidrico, ecc. (sono dette anche acque aggressive perché attaccano le pareti metalliche delle condutture, delle caldaie, ecc.);
  • acque dure, se in esse sono disciolti sali di calcio e di magnesio sotto forma di solfati, bicarbonati e cloruri.

 

Acque superficiali
Le acque superficiali dei fiumi e dei laghi sono formate da acque sorgive, da quelle meteoriche e dalla fusione dei campi di neve e dei ghiacciai. La loro composizione è variabile in rapporto alle vicende stagionali. Si tratta di acque che trasportano grandi quantità di materiali la cui natura varia al variare del terreno da cui provengono e su cui scorrono. Il materiale trasportato, se solubile, influisce sulle caratteristiche chimiche dell'acqua, se insolubile si deposita con formazione di fanghi e di depositi sabbiosi. Durante l'attraversamento dei terreni l'acqua si impoverisce di ossigeno, consumato per ossidare le sostanze organiche, con produzione di anidride carbonica la quale a sua volta attacca le rocce arricchendo l'acqua di sostanze disciolte. Inoltre, molto spesso, le acque superficiali risultano ricche di colonie batteriche e di sostanze organiche prodotte dalla degradazione vegetale ed animale dei terreni, o immesse con gli scarichi urbani ed industriali.

 

La composizione chimica delle acque dei laghi è abbastanza simile a quelle dei fiumi, anche se i laghi risultano meno ricchi di sostanze minerali ed hanno una maggiore concentrazione di sostanze organiche.

 

Acque telluriche
Sono di norma le acque più pure perché, a causa della loro profondità, sono protette da possibili inquinamenti. Solo le acque di falda freatica, più superficiali, a volte possono risultare inquinate per infiltrazione nel terreno di sostanze organiche di origine animale o da sostanze chimiche sparse sul terreno (fertilizzanti).

 

Le acque di falda profonda sono le più indicate per l'approvvigionamento idrico perché povere di sostanze disciolte e perché le rocce permeabili che attraversano, fino a trovare strati impermeabili, offrono loro un mezzo naturale di depurazione prima di affiorare in superficie spontaneamente o tramite perforazione di pozzi artesiani.

 

Un'acqua prelevata dal sottosuolo, finchè il profilo geologico non si altera, possiede, a differenza delle acque superficiali, caratteristiche chimico-fisico-batteriologiche costanti.

L'acqua è una derrata alimentare

L'acqua è la componente più importante della nostra alimentazione. Ogni giorno perdiamo due litri e mezzo di liquidi, che dobbiamo reintegrare. In caso di emergenza un essere umano può sopravvivere alcune settimane senza mangiare ma senza acqua non sopravvive nemmeno tre giorni. Un consumo di acqua adeguato è sano e ci mantiene vitali. Ogni essere umano dovrebbe assumere quotidianamente dai due ai tre litri d'acqua, nelle zone climatiche calde anche fino a sei litri.

 

Dal punto di vista fisico, l'acqua potabile deve essere incolore, inodore, insapore, limpida, aerata e fresca. L'aerazione e la temperatura (non superiore a 15ºC) sono qualità che rendono l'acqua gradevole al palato. Chimicamente l'acqua potabile può contenere sali disciolti in proporzioni massime definite dalla normativa federale in vigore. Dal punto di vista batteriologico essa non deve contenere molti germi e, comunque, nessun battere patogeno.

 

Le acque destinate all'uso alimentare sono regolamentate dell’Ordinanza sulle derrate alimentari e devono rispondere a determinati requisiti fisici, chimici e batteriologici. Il sistema di controllo è simile a quello in atto per altre aziende alimentari come i ristoranti, le panetterie, le macellerie ecc. Nella media i fornitori di acqua potabile ottengono ottimi risultati.

 

Nel dicembre 2012, le AIL SA hanno ottenuto la certificazione ISO 22000:2005. Questo significa che oltre alle direttive d'igiene definite dalla confederazione, l'acqua fornita é sottoposta ad un'attenta analisi dei rischi e le procedure legate alla sua produzione e distribuzione sono sistematizzate e ottimizzate, così da garantire costantemente un'acqua di ottima qualità, pronta da bere.

In Svizzera

In Svizzera sono circa 3000 gli acquedotti che si occupano della produzione e della distribuzione d'acqua potabile. Essi distribuiscono circa 1000 Mio m3 di acqua potabile ogni anno, quantità che corrisponde al volume del lago di Bienne. Detto in altre parole: ogni persona consuma giornalmente ben 400 litri di acqua, mentre il consumo d'acqua pro capite giornaliero nelle economie domestiche si attesta a 142 litri e sono così ripartiti:

Servizio clienti
058 470 70 70


Da Lunedì a Venerdì:
08:30 - 12:00 / 13:30 - 17:00

PER GUASTI, tutti i giorni
24 ore su 24

Apertura sportello a Lugano all'interno del Puntocittà, in Via della Posta 8:

LU/ME/VE : 07:30 - 12:00/13:30 - 17:00
MA/GIO : 07:30 - 18:00