Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA
Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA

Studi attuali

Il settore delle energie termiche e rinnovabili

Il settore delle energie termiche e rinnovabili é stato voluto per rispondere alle esigenze sempre più importanti della produzione e fornitura di energie rinnovabili. La caratteristica di queste energie é di aver un minor impatto ambientale rispetto alle energie fossili tradizionali, quindi una minor emissione di CO2. Le attività di questo settore rispondono inoltre alla nuova politica energetica della Confederazione.

Oltre alla realizzazione e gestione di impianti di produzione di calore e di impianti fotovoltaici, il settore delle energie termiche e rinnovabili studia e valuta progetti sparsi sul comprensorio delle AIL SA. Lo scopo non é quello di integrare sul territorio metodi alternativi a quelli già esistenti, ma di meglio valorizzare le fonti presenti e utilizzate perfezionandone il servizio con fonti rinnovabili quando possibile.

Attualmente si stanno pianificando diversi progetti che dovrebbero entrare presto in servizio. Essi si basano su fonti energetiche come il legno (centrali a cippato), le acque del Centro Svizzero del Calcolo Scientifico a Cornaredo, l’acqua di falda e di lago, nonché l’acqua in uscita dai depuratori (applicazione di termopompe). Importante è anche il ruolo della cogenerazione, ovvero della produzione contemporanea di calore e di elettricità con vettori quali il biogas o il gas naturale.

 

Guarda i comuni che dispongono di energie termiche e rinnovabili AIL.

Agno-Bioggio-Manno (ABM): studio PECo

I Comuni di Agno, Bioggio e Manno perseguono una politica energetica in favore dell'efficienza, dell'impiego di energie rinnovabili e di un utilizzo sostenibile delle risorse locali, in linea con gli obiettivi e i principi definiti dalla Confederazione e dal Canton Ticino in questo ambito. Dalla collaborazione di questi tre comuni è nato il Piano energetico intercomunale (PECo ABM). Questo strumento permette di inquadrare le strategie energetiche dei tre comuni in ambito di politica energetica.

In questo senso, le AIL SA sono state chiamate a svolgere lo studio per la fattibilità di una rete di teleriscaldamento alimentata con le seguenti fonti energetiche: gas, biogas (impianto a cogenerazione per la produzione combinata di elettricità e calore), calore ambientale dall’acqua di falda e calore ambientale e residuo da acqua di lago, rispettivamente impianto di depurazione dei rifiuti (IDA).

Uno studio valido e di interesse, che va esaminato tenendo in considerazione la presenza ben radicata di una rete di condotte del gas naturale. Per un uso razionale ed efficiente delle risorse è importante che la rete di teleriscaldamento e il gas naturale non entrino in conflitto.

Sfruttamento del calore residuo del Centro Scientifico di Calcolo Svizzero

È stato realizzato uno studio di fattibilità con lo scopo di sfruttare il calore residuo proveniente dal Centro Scientifico di Calcolo Svizzero (CSCS). L'acqua del lago viene prelevata e trasportata fino al CSCS per raffreddare i computer al suo interno. Una volta conclusa l'operazione l'acqua tiepida torna al lago attraverso una seconda condotta.

Le AIL SA vorrebbero sfruttare il calore residuo per alimentare la zona del nuovo campus USI/SUPSI e dell'Ospedale Italiano di Lugano. Per l'occasione si realizzerebbe una centrale termica ed una rete di teleriscaldamento per alimentare anche altri immobili circostanti. Quando il CSCS sfrutterà a pieno la capacità dei calcolatori, si potrebbe raggiungere un potenziale di calore pari a 10 MW.

Nuovo quartiere di Cornaredo (NQC)

In previsione del nuovo quartiere di Cornaredo (NQC), si è realizzato uno studio per capire come integrare le nuove fonti energetiche. L'idea è quella di realizzare una rete di teleriscaldamento comprendente tutto il comprensorio del nuovo quartiere. Il progetto  verrà maggiormente approfondito nel corso del 2015 per capire se esiste il potenziale per la realizzazione.

La potenza che potrebbe raggiungere l'impianto è di circa 10 MW.

Servizio clienti
058 470 70 70


Da Lunedì a Venerdì:
08:30 - 12:00 / 13:30 - 17:00

PER GUASTI, tutti i giorni
24 ore su 24

Apertura sportello a Lugano all'interno del Puntocittà, in Via della Posta 8:

LU/ME/VE : 07:30 - 12:00/13:30 - 17:00
MA/GIO : 07:30 - 18:00