Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA
Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA

Cenni storici

Le AIL SA

La storia delle AIL (Aziende industriali della Città di Lugano) inizia il 1 gennaio 1972, quando le due Aziende comunali, l'Officina elettrica comune di Lugano (OECL) e l'Azienda Comunale dell'acqua e gas, hanno deciso di fondersi e lavorare sotto una sola Direzione.

 

Le AIL SA hanno seguito le orme dell'Officina elettrica comune di Lugano, continuando a costruire nuove sottostazioni sparse sul proprio comprensorio, cunicoli per cavi intorno a Lugano e mettendo in funzione il Centro comando di Gemmo, che permette di pilotare a distanza tutta la rete alta e media tensione delle AIL.

 

Con la fusione del Comune di Lugano con Castagnola e Bré (1972), le AIL, oltre a gestire quanto fatto sino a quel momento dall'Azienda Comunale dell'acqua potabile, integra la rete di questi due comuni con quella di Lugano. Un'importante infrastruttura che l'Azienda si trova così a gestire è la stazione di potabilizzazione dell'acqua del lago che sorge a Cassarate, sul territorio dell'ex Comune di Castagnola. Con il passare degli anni molti altri Comuni si sono allacciati alla rete di distribuzione dell'acqua potabile delle AIL, per poi rivendere la risorsa al dettaglio ai propri utenti.

 

Verso la fine degli anni '70, viene invece presa in considerazione l'idea di cessare la produzione di gas e di chiudere la sezione delle AIL ad essa dedicata, poiché i costi superavano i ricavi. Nel 1988 l'idea viene però abbandonata perché si concretizzò il progetto di allacciare la rete del gas naturale delle AIL SA direttamente alla rete italiana della SNAM attraverso un gasdottoe ad alta pressione successivamente costruito da Genestrerio a Cornaredo. Da allora il consumo di gas è aumentato in modo esponenziale e la rete di distribuzione è stata estesa a decine di nuovi Comuni.

 

Dal giugno dell'anno 2000 le AIL sono state trasformate in Società Anonima, di cui il Comune di Lugano detiene la totalità del pacchetto azionario.


L'Officina elettrica del Comune di Lugano (OECL)
L'energia elettrica giunge a Lugano per la prima volta nel 1890, quando una Società a capitale privato, la Bucher Durrer, dopo aver ottenuto la concessione per lo sfruttamento delle acque della Valmara e aver edificato una prima centrale a Maroggia, inizia la costruzione di una rete di distribuzione e illuminazione pubblica in città. La prima zona pubblica ad essere illuminata è stata Piazza della Riforma, il 21 giugno 1890.

Mosso dalla mentalità imprenditoriale di quegli anni, il Comune di Lugano costituisce una propria Azienda elettrica denominata OECL. Il primo passo fu l'inoltro della domanda di concessione per lo sfruttamento delle acque della Verzasca e, ottenuta la concessione, la costruzione della prima centrale elettrica a Tenero e della linea di trasporto fino a Lugano. Nel 1907 l'elettricità diventa pubblica e la proprietà delle reti elettriche passa al Comune di Lugano. Dal 1 aprile 1908 Lugano può utilizzare l'elettricità proveniente dalla Centrale della Verzasca e, da quel momento, i consumi di energia continuarono ad aumentare costantemente. Nel corso degli anni infatti, a più riprese, l'OECL ha dovuto provvedere ad ampliamenti e potenziamenti la centrale di Tenero.

Nel 1919 viene inaugurato un impianto all'epoca considerato all'avanguardia, la Centrale di Cornaredo, detta Termica poiché produceva energia elettrica tramite motori diesel. Questa centrale resta in servizio fino al 1966 e ancora oggi l'originale costruzione, che ospita il Cinestar, fa bella mostra di sé all'entrata nord della Città.

Negli anni '20 e '30 del secolo scorso numerose piccole Aziende elettriche comunali, sorte precedentemente per assicurare l'erogazione d'elettricità anche a livello locale, cedono i loro impianti all'OECL che acquista così un'importanza regionale sempre più marcata. Nel corso degli anni vengono edificate nuove sottostazioni, la più importante delle quali a Gemmo, inaugurata il 28 aprile 1936.

Tra il 1955 e il 1967 viene messa in atto una complessa operazione denominata "cambio tensione". La rete media tensione viene trasformata prima da 3.8 a 6.4 kV e poi da 6.4 a 16 kV. La rete bassa tensione viene invece trasformata da 125 a 220 V.

Nel 1960 viene costituita la Verzasca SA, con capitale azionario di proprietà per 1/3 del Cantone e per 2/3 della Città di Lugano e 1 gennaio 1966 il Cantone rilascia alla nuova Società la concessione, della durata di 80 anni, per lo sfruttamento delle acque della Verzasca. Una nuova diga e una nuova centrale sono inaugurate il 1 gennaio 1967. L'anno precedente è stata completata la costruzione della linea di trasporto a 150 kV tra Magadino e Manno, dove nel frattempo è stata anche costruita una nuova sottostazione.

 

Azienda Comunale dell’acqua e del gas
Il 1894 può essere ricordato come l'anno di fondazione dell'Azienda comunale dell'acqua potabile di Lugano poiché proprio in quell'anno giunge per la prima volta a Lugano l'acqua delle sorgenti del Tamaro, che la città aveva acquistato poco più di un anno prima dal Patriziato di Sigirino. Con notevole lungimiranza e grazie a un importante sforzo finanziario, la Città di Lugano si garantisce di una fonted'acqua sicura, perenne e di ottima qualità.

Ulteriori acquisizioni nei decenni successivi hanno permesso di diventare proprietari di quella che oggi è un'area boschiva di grande pregio, con una superficie di oltre 3 milioni di metri quadrati: il del Demanio di Cusello. La condotta principale di trasporto dal Demanio al serbatoio di Massagno, in ghisa si Liegi, è ancora oggi in gran parte quella originale!

A causa del costante aumento del consumo di acqua, l'Azienda si trovò ben presto però nella necessità di aumentare le fonti di approvvigionamento; costruisce così nel primo decennio dello scorso secolo un primo pozzo di captazione nel piano del Vedeggio. Attualmente i pozzi di captazione in funzione nella zona sono due, denominati Manno2 e Bioggio, dopo che sia il primo pozzo costruito nel 1908 che il pozzo denominato Manno1 costruito nel 1962, vennero smantellati.

Nel 1966 viene realizzato il primo acquedotto industriale, seguito da un secondo nel 1974. Si tratta di impianti che prelevano acqua dal lago e, senza potabilizzarla, la distribuiscono su una rete autonoma a grossi palazzi in centro città; quest'acqua serve al funzionamento di importanti impianti di climatizzazione.

La prima Officina del gas a Lugano viene costruita nel 1864 da parte della ditta Riedingen di Augsburg. Nel 1900 il Comune di Lugano decide di riscattare gli impianti e la rete di distribuzione costituendo contemporaneamente l'Officina comunale del gas.

Nel 1934 viene costruita e messa in servizio l'Officina di produzione del gas mediante carbone fossile sul terreno acquistato a Cornaredo. Questo impianto rimarrà in funzione fino al 1964, anno in cui l'Officina verrà sostituita da un impianto di produzione tramite benzina leggera.

 

Leggendo queste poche righe di storia appare chiaro che uno dei principi che la nostra Azienda ha sempre seguito e che ne decreta il costante successo è quello di non mai accontentarsi di quanto realizzato, ma di sempre investire i guadagni in nuove opere, in modo tale da essere sempre all'avanguardia nei settori di nostra competenza.

Nel 2007 le AIL SA hanno festeggiato i 100 anni dell'elettricità pubblica a Lugano

Il 2007 ha visto l'azienda impegnata nella realizzazione di momenti celebrativi che potessero lasciare in tutta la popolazione uno speciale ricordo di questi 100 anni d'energia.

Un traguardo importante che le AIL SA desiderano conservare con voi attraverso il percorso proposto nel sito dedicato, accessibile dal box "Per saperne di più".

 

Ora stiamo lavorando con impegno per affrontare i prossimi 100 anni!

Per saperne di più

Servizio clienti
058 470 70 70


Da Lunedi a Venerdi
08:30 - 12:00 / 13:30 - 17:00

PER GUASTI, tutti i giorni
24 ore su 24

Apertura sportello a Lugano all'interno del Puntocittà, in Via della Posta 8:

LU/ME/VE : 07:30 - 12:00/13:30 - 17:00
MA/GIO : 07:30 - 18:00