Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA
Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA Aziende Industriali di Lugano (AIL) SA

FAQ

Attraverso questa sezione vogliamo offrire uno strumento che possa chiarire i principali dubbi riguardanti tutte le nostre attività. Di seguito trovate un'elenco di richieste, che abbiamo riscontrato essere le più frequenti da parte della clientela presso il nostro servizio di sportello.

Il kW è la misura della potenza che corrisponde a 1000 Watt, cioè della corrente per la tensione (W=V x A), e il kWh è la misura dell’erogazione della potenza su un determinato tempo (corrisponde a 1000 Wattora). Esempio: una lampadina da 100 Watt accesa per un'ora necessita di un'energia pari a 100 Wattora, cioè 0.1 kWh.

L’ampère è la misura della corrente elettrica, cioè del flusso di elettroni.

È l'unità di misura della potenza apparente. La potenza apparente è una grandezza puramente matematica, che risulta dalla somma geometrica della potenza attiva e di quella reattiva sul piano dei numeri complessi. Corrisponde al kW se la corrente è in fase.

Molti apparecchi funzionano grazie ai campi magnetici, sono soprattutto i motori, le pompe, i trasformatori, le macchine per saldare eccetera. Affinché essi possano funzionare, deve essere creato un campo magnetico, ciò che necessita la cosiddetta energia reattiva. A differenza dell'energia attiva (kWh), questa energia non viene trasformata dagli apparecchi in lavoro meccanico o calore, ma "pendola" qua e la tra il generatore ed il motore ed è esclusivamente dedicata al mantenimento del campo magnetico. Essa occupa capacità della rete e quindi a causa sua la rete deve essere maggiormente dimensionata . La potenza reattiva si esprime per analogia in kvar. Per valvole sopra i 63 ampère essa viene fatturata separatamente.

Per un nuovo impianto
Le procredure sono differenti a seconda del prodotto fornito, la preghiamo di consultare il nostro sito alla voce "Nuovi allacciamenti" per acqua, elettricita e gas.

Per un impianto esistente
La richiesta deve pervenire tramite i servizi online di MyAIL, sotto forma di lettera, fax, o mediante gli appositi formulari disponibili sul nostro sito, oppure personalmente presso la nostra agenzia di Lugano in via della Posta 8 aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle 18:30 (orario continuato) e con un termine di almeno 3 giorni lavorativi di anticipo dalla data effettiva di allacciamento.

 

 

Come prassi necessitiamo la forma scritta. Nei servizi di sportello può scaricare il formulario per la richiesta di disdetta.

Il sistema di fattura attualmente in uso non è per nulla complesso, ed è basato sul principio della lettura annuale del contatore, con l’emissione ad intervalli regolari tra una lettura e l’altra, di tre richieste d’acconto calcolate o stabilite a seconda del consumo effettuato l’anno precedente.

Essenzialmente, il problema è da imputare al fatto che il pagamento effettuato il giorno della scadenza non può essere registrato in entrata in tempo utile, per cui, se superato un periodo transitorio e il pagamento non figura in entrata, automaticamente il sistema informatico provvede all’emissione del sollecito.

Questa informazione può essere richiesta direttamente al nostro servizio incassi fornendo il proprio numero di cliente o il numero di conto contrattuale (questi dati sono esposti sulle bollette di consumo).

È possibile, va richiesto in forma scritta al nostro servizio incassi.

È possibile, va richiesto in forma scritta al nostro servizio incassi.

Le AIL SA possono chiedere all’abbonato un deposito a titolo di cauzione nei seguenti casi: commerci o industrie, ditte i cui soci non hanno il domicilio in Ticino, abbonati domiciliati fuori cantone, abbonati insolvibili o con incerta solvibilità, abbonati per la fornitura di parti comuni di proprietà, abbonati in mora nei pagamenti delle fatture, abbonati stranieri senza permesso di domicilio, abbonati che per deroga cedono energia a terzi.

Il gas può prendere fuoco unicamente se è miscelato con l’ossigeno e se a contatto con fuoco o scintilla, all’interno dei tubi è sotto pressione e non vi è ossigeno, bisogna prestare attenzione unicamente quando ci sono perdite o situazioni anomale, altrimenti la distribuzione del gas è svolta nella massima sicurezza.

Per avere una indicazione sulle regioni servite dal gas le preghiamo di consultare le pagine inerenti le condizioni di fornitura del gas, accessibili cliccando qui.

Il prezzo del gas dipende da parecchi fattori tra cui dominante è il prezzo del petrolio ed il corso del dollaro. I contratti per la fornitura di gas prevedono di regola un ritardo dell’effetto del prezzo del petrolio sul prezzo del gas di circa 6 mesi. In altre parole, l’aumento che avviene per esempio in primavera lo percepiamo con le fatture di novembre, dicembre e gennaio. Ciò vale sia per gli aumenti che per le diminuzioni del prezzo del petrolio.

La scala della durezza va da un minimo di 0 (molto dolce) a un massimo di 42 (molto dura). Noi facciamo fare le analisi delle nostre acque annualmente dunque vi possono essere delle variazioni da un anno con l’altro e sicuramente vi sono delle differenze a dipendenza della zona. Comunque tutta la nostra acqua ha valori che entrano fra il 6,8 e il 19,5 per l'anno 2005. Per maggiori informazioni le consigliamo di visitare il sito alla pagina dell'etichettatura dell'acqua.

Le tasse per l'abbonamento dell'acqua sono dipendenti dal tipo di impianto fornito, per maggiori dettagli le consigliamo di visualizzare la pagina inerenti le condizioni di fornitura dell'acqua.

La microinterruzione è un buco di tensione molto breve, anzi microscopico, della durata di circa 100 ms (millisecondi) dove la tensione può calare da un minimo del 10% fino all’annullamento totale della stessa.

Questi buchi di tensione sono provocati in genere da guasti sulle linee elettriche, per la maggior parte causati dai temporali durante il periodo estivo. I fulmini che colpiscono le linee provocano infatti un breve cortocircuito prima che possa essere disinserita.

Dipende dalle apparecchiature che la subiscono. Per un normale elettrodomestico normalmente nessuna (immune). Con la diffusione dell’elettronica, invece, il fenomeno provoca maggiori disagi. Un computer per esempio può spegnersi, perdendo così i dati che stava elaborando (suscettibile).

Una microinterruzione non deve avere alcuna ulteriore conseguenza. Infatti non si tratta di una “sovratensione” che può bruciare dei circuiti elettrici, bensì di un semplice manco.

Dipende dalla stagione dei temporali. Normalmente si possono contare all’incirca una ventina di eventi più o meno gravi all’anno, anche se non sono sempre tutti visibili.

Non proprio. La maggior parte delle microinterruzioni sono provocate da fulmini sulle linee ad alta tensione e sono percepibili in ugual misura in tutto il basso Ticino. A causa di altri eventi però, alcune zone posso subire altri disturbi.

No, la soluzione adottata attualmente è la migliore che la tecnica permetta. D’altro canto questo sistema garantisce di evitare che il fulmine provochi danni molto più gravi.

Certo, il sistema più semplice è quello di dotare il proprio apparecchio (p.es. il PC) di un gruppo di continuità (UPS).

Per saperne di più

Servizio clienti
058 470 70 70


Da Lunedì a Venerdì:
08:30 - 12:00 / 13:30 - 17:00

PER GUASTI, tutti i giorni
24 ore su 24

Apertura sportello a Lugano all'interno del Puntocittà, in Via della Posta 8:

LU/ME/VE : 07:30 - 12:00/13:30 - 17:00
MA/GIO : 07:30 - 18:00