Non potabilità

Siamo la prima azienda di gestione dell’acqua potabile a livello svizzero ad aver ottenuto la certificazione ISO 22000.

La certificazione ISO 22000 garantisce la sicurezza dell’approvvigionamento e la qualità dell’acqua distribuita. Grazie ai controlli accurati che applichiamo è possibile riconoscere tempestivamente possibili casi di non potabilità.

Cosa Fare?


I microorganismi si trovano in tutte le acque. La maggior parte di essi è innocua per l'uomo. Nel caso in cui però i microorganismi con potenziali patogeni si manifestino nell'acqua potabile in numero elevato, potrebbero insorgere dei rischi per la salute.

In caso di contaminazione dell'acqua potabile il gestore di rete ha il dovere di mettere in atto tutte le misure appropriate per la protezione della salute, e di informare tempestivamente i diretti interessati, tenendo conto dei loro bisogni (Art. 3 Oderr).

Alcune direttive da seguire in caso di non potabilità:
•    Bollire brevemente (e vigorosamente) l'acqua contaminata alfine di garantire l'eliminazione di eventuali agenti patogeni prima di:
•    bere o preparare bibite (per esempio cubetti di ghiaccio);
•    preparare alimenti;
•    lavare frutta, verdura, insalata o altri alimenti;
•    pulire i denti;
•    lavare ferite, risciacqui nasali (scopi medici);
•    lavare a mano le stoviglie;
•    preparare tè o caffè con apparecchi non professionali;
•    dar da bere ad animali domestici sensibili.

Non è invece necessario far bollire l'acqua per la lavastoviglie, per la pulizia in genere, per lo sciacquone, per la doccia o per la lavatrice.

Gruppi specifici di clienti


Informazioni utili per particolari clienti:
Allevamento
Nella maggior parte dei casi si può continuare a dare agli animali l'acqua contaminata senza farla bollire. Consultare il veterinario cantonale per gli animali con elevata capacità produttiva o animali domestici delicati.

Impianti di mescita
Mettere fuori servizio la macchina per il ghiaccio, l'impianto di mescita e gli apparecchi per gasare l'acqua. Produrre ghiaccio solo con acqua bollita o con acqua minerale liscia.

Distributori automatici (allacciati alla rete idrica)
Se essi producono bevande calde che non raggiungono la temperatura di 80°C o distribuiscono bevande fredde, è necessario mettere fuori servizio l'apparecchio.

Panettieri e gastronomia
La premessa di produzione e l'utilizzo di lotti di produzione già prodotti devono essere decisi dal responsabile della relativa azienda. Per la produzione potrebbe essere impossibile utilizzare sia acqua contaminata che quella bollita. Organismi produttori di tossine termoresistenti potrebbero produrre tossine durante il processo di fermentazione, le quali non vengono eliminate durante la cottura, mettendo in pericolo la salute.

Produttori di bevande, birrifici, fabbriche di sidro
L'acqua potabile non può essere utilizzata per la pulizia e non è possibile procedere alla produzione senza essere certi che l'acqua utilizzata sia ineccepibile.

Macelli e trasformazione della carne
L'azienda deve sospendere l'attività.

Inquinamento chimico

Nel caso in qui l'inquinamento fosse di tipo chimico, le vertenze elencate in precedenza non valgono:

  • l'acqua corrente non deve essere assolutamente bevuta;
  • non deve essere assolutamente utilizzata per l'igiene orale;
  • non deve essere assolutamente utilizzata per la preparazione di cibi freddi, bevande e per il lavaggio di alimenti o per il risciacquo di utensili da cucina e stoviglie.

Trattandosi di un problema di natura chimica, la bollitura non elimina la causa.