Centesimo di solidarietà

In Svizzera siamo molto fortunati perché disponiamo di risorse idriche a sufficienza per tutti e la garanzia di qualità è estremamente elevata.

Non tutti però possono godere degli stessi privilegi. La precarietà, le pessime condizioni igieniche e la siccità toccano infatti una grandissima parte della popolazione del pianeta.

Il progetto

Su decisione del Consiglio Comunale di Lugano preleviamo dai consumatori domiciliati a Lugano 1 centesimo per ogni metro cubo di acqua potabile fornito. L’importo viene poi versato in un fondo e utilizzato per sostenere dei progetti mirati per promuovere lo sviluppo idrico nei paesi che soffrono di gravi problemi di approvvigionamento e di distribuzione di acqua.

Ogni nucleo famigliare contribuisce all'incirca con CHF 2.50 all'anno, permettendo a molte persone che vivono nel sud del mondo di aumentare la loro qualità di vita grazie al miglioramento dell'accesso alle risorse idriche.

I sostegni

Grazie al centesimo di solidarietà sono sei i progetti di cooperazione internazionale per lo sviluppo idrico nel mondo sostenuti dal Municipio di Lugano nel 2018 e da noi gestito. Il contributo è stato destinato all’avvio o alla contribuzione d’interventi in Benin, Ecuador, Kenya, Repubblica di Guinea e Sudan.

1. Helvetas Swiss Intercooperation - Progetto "Quali'Eau" (Benin)

2. Me-Wa - Progetto "Gabinetti e adduzione acqua potabile" (Benin)

3. Multimicros Ticino - Progetto "Costruzione di un piccolo acquedotto" (Ecuador)

4. AVAID - MAGI-A Progetto "Acqua per Mutuati" (Kenya)

5. Aldo Viviani - Progetto "Rete di distribuzione acqua potabile" (Repubblica di Guinea)

6. COOPI Suisse - Progetto "Riabilitazione di un haffir" (Sudan)

Con il supporto della FOSIT, Federazione delle Organizzazioni non governative della Svizzera Italiana, un’apposita commissione è incaricata di valutare le domande di finanziamento e la qualità dei progetti orientati a migliorare l’accesso all’acqua potabile nel mondo e rilascia il proprio preavviso all’indirizzo del Municipio di Lugano, che decide sull’allocazione delle risorse finanziarie raccolte.
I criteri di scelta premiano la serietà, la pertinenza, il rispetto dei bisogni primari, il coinvolgimento della popolazione locale e le prospettive di sostenibilità futura.

Per eventuali candidature, fare riferimento direttamente alla FOSIT.

Documentazione

Progetti 2018

Progetti 2017

Progetti 2016